Iniziamo

Arrivo tardi come al solito nel mondo informatico e mi cimento
cosi' per la prima volta con un Blog ....
Ma come dice il famoso detto popolare "Meglio tardi che mai".
Il seguente Blog tratta pertanto svariati argomenti: si va dalla vita personale a Fotografie, dalla Letteratura all'Arte in generale (Musica, Teatro, Cinema), dalla Storia alle Biografie di personaggi famosi, Viaggi, Ricette di Cucina, Eventi e notizie in generale.
Percio' Benvenuto a chiunque voglia seguire queste pagine.

martedì 2 settembre 2014

Le immagini di casa e delle Vacanze appena passate. Milazzo: una penisola affascinante.

I luoghi in cui nasci e cresci li porti sempre nel cuore, anche quando la vita ti porta lontano da loro farai in modo di conservare una piccola parte dentro di te, nel più profondo della tua anima, nella tua mente e in tutto il tuo essere in quanto persona.
Questo è quanto sento ogni volta che arriva l'estate e torno giù alla mia città di origine ed ogni volta, quando mi distacco da essa, porto con me qualche nuova immagine o qualcosa di nuovo da ricordare.
Quest'anno, a differenza di quelli passati, non ci siamo messi a girare la Sicilia in lungo e in largo, ma siamo voluti rimanere nei miei luoghi dell'infanzia e dell'adolescenza, in quella Milazzo che ho odiato e amato quando ancora non comprendevo tante cose come adesso e che oggi invece lascia la nostalgia profonda.
Diciamo una sorta di "Saudaji" tutta nostra di isolani.
Credo che questo sentimento arcano lo descriva bene il vecchio giornalista siciliano Giuseppe Longo nella sua opera "La Sicilia è un'isola" dove si legge:

Oh, come è lontana e inverosimile quella mia età ora che mi sento abituato alle città di un altro mondo dove non sono diverse soltanto le dimensioni ma addirittura è diverso lo scopo dell'esistere.
Si abita in case di dieci piani, si sale e si scende in ascensore, non si vedono scale, ci si affolla e ci si preme, ci si spinge sugli autobus e nei tram stipati, si trascorrono anni senza mai sapere il nome del vicino che abita sullo stesso pianerottolo né di chi ama, e ci dà fastidio nella camera da letto accanto alla nostra; mentre allora si conosceva vita e miracoli di ogni abitante del quartiere, ci si preoccupava e addolorava dei casi altrui, passava quasi un vincolo di parentela con tutti gli altri concittadini....
Fu forse un'età migliore ? Ci pensiamo con malinconia e nostalgia, perché era l'infanzia, l'adolescenza, era l'età in cui si languiva d'amore sotto una finestra ed eravamo paghi se la ragazza ci mostrava gli occhi dietro gli scuri...

Si potrebbe proseguire ancora con le parole di Longo che decanta i vecchi ricordi di un tempo che fu e che non tornerà di certo indietro.
Personalmente, visto che non sono altrettanto brava con le parole come il giornalista Longo, voglio semplicemente lasciarvi con alcune delle foto di questi luoghi che ho nel cuore e che ho scattato durante la mia permanenza.
Perché alle volte ritornare sui propri passi può essere utile e salutare, alle volte rivedere il passato con i propri occhi ti apre la coscienza.
Se è quindi vero che una immagine vale più di mille parole eccovi le mie:

Milazzo è una lingua di terra (quindi una penisola) lunga 7 chilometri che si affaccia sul mar Tirreno
 
Panoramica
 
Il sentiero che conduce al Faro (Capo Milazzo, parte alta della città)

Lungo il sentiero di Capo Milazzo
 
Sullo sfondo si intravedono le mitiche Isole Eolie
 
Il cartello indica i Laghetti di Venere che sono situati nella punta finale di Capo Milazzo (una quarantina di minuti a piedi di passeggiata)
 
il sentiero per arrivare alla punta e ai laghetti




 

I Laghetti di Venere (oltre quelle rocce c'è il mare aperto)

Il Mitico Viso di Pietra
 
 Se le foto sopra rappresentano solo alcuni dei fantastici panorami che casa mia offre, sotto invece ci sono le foto di quello che si dice sia il Castello più grande di tutta la Sicilia, sempre a Milazzo, che con le sue antiche origini domina il promontorio dalla data storica dell'843 dove, gli Arabi prima, i Normanni, gli Svevi, gli Aragonesi poi, ne hanno fatto nel tempo un vero e proprio complesso fortificato.
Purtroppo noi ci siamo andati nel giorno di chiusura ma di questo luogo ho così tanti ricordi del suo interno che potrei stare a parlarvene per ore (da ragazzini infatti era una delle nostre mete preferite. Chi non ha mai giocato ai pirati in un borgo antico ?)
Potrei descrivervi per ore la bellezza maestosa della cinta muraria spagnola, della cittadella interna o del suo Duomo antico, con importanti opere di grandi pittori e artisti dei vari secoli, della sua prigione interna, del Mastio e persino narrarvi di tante leggende che ruotano intorno ad esso (come ad esempio quello del fantasma di una suora che è stata murata viva nei secoli passati e che ora si aggira in pena tra le sue mura).
Come sempre invece lascio che le immagini parlino per me.





 
Mancano ovviamente le foto delle numerose chiese storiche della città (con tanto di storie di  miracoli annessi), le foto dei palazzi in stile Liberty e del Palazzo dei Vicerè e dei Governatori. Mancano anche quelle del Lungomare Garibaldi (in pratica la lunga passeggiata che dal Porto di Milazzo arriva fino ad una zona di pescatori conosciuta con il nome di Vaccarella) e mancano anche quelle della mitologica Grotta di Polifemo. Vi lascio pertanto con le ultime foto, due riguardanti il panorama lungo la spiaggia di Ponente e la sua tipica spiaggia (composta da sassolini piatti e non appuntiti su cui puoi stendere il telo senza sporcarsi come invece accade con la sabbia) e le altre invece riguardano due ben noti prodotti della nostra terra che ci invidiano in mezzo mondo: parlo della "Granita Siciliana" e dei Fichi d'India (potevo anche fotografare gli alberi di arancio. noto simbolo, ma oltre a non essere periodo non rende la tipicità secondo me di quanto invece faccia l'altro frutto).
 
 il mare visto dalla spiaggia di Ponente

Il tipo di Spiaggia (questa è una foto che non risale a quest'anno, come tutte le altre ma bensì all'estate del 2006)
 
La Granita di Caffè
 
Il Fico d'India

Con questo post per oggi è tutto, perdonate il tuffo nel passato e ci riaggiorniamo presto con nuove notizie e quant'altro. Buon proseguimento di giornata e Arrivederci