Iniziamo

Arrivo tardi come al solito nel mondo informatico e mi cimento
cosi' per la prima volta con un Blog ....
Ma come dice il famoso detto popolare "Meglio tardi che mai".
Il seguente Blog tratta pertanto svariati argomenti: si va dalla vita personale a Fotografie, dalla Letteratura all'Arte in generale (Musica, Teatro, Cinema), dalla Storia alle Biografie di personaggi famosi, Viaggi, Ricette di Cucina, Eventi e notizie in generale.
Percio' Benvenuto a chiunque voglia seguire queste pagine.

lunedì 26 marzo 2012

Film in Dvd: Caos Calmo con Nanni Moretti.

Nella settimana appena trascorsa ho avuto modo, durante la sera, di fare indigestione di film in dvd e di documentari di vario tipo molto interessanti.
In particolare mi ha fatto piacere la visione di un film (uscito nelle sale cinematografiche nel 2008) di cui avrete sicuramente sentito parlare qualche anno fa ed intitolato: Caos Calmo.




LA TRAMA:

Pietro Paladini (interpretato da Nanni Moretti), per uno strano scherzo del destino, resta vedovo proprio nel momento in cui salva la vita a una donna sconosciuta che sta per annegare in mare.
Al rientro a casa trova l'ambulanza che porta via la moglie Clara morta, mentre la figlia, una bimba di dieci anni, corre piangendo tra le sue braccia.
L'uomo inizia cosi' a vivere una sorta di "caos calmo", di apparente tranquillità che in realtà lo porta ad elaborare il lutto in una maniera tutta personale, isolandosi dal resto del mondo, dal lavoro, dagli amici e dai familiari.
Promette alla figlia di aspettarla fuori dalla scuola fino alla fine delle lezioni e inizia a trascorrere cosi' le sue giornate nel parco di fronte la scuola elementare dove seduto su una panchina scoprirà che è possibile osservare il mondo anche da altri punti di vista.
Al parco riceve continue visite di amici, colleghi, parenti e conoscenti che da una parte tentano di consolarlo mentre dall'altra continuano ad assediarlo raccontandogli e confidandogli i propri problemi personali.
Problemi che Pietro ascolta ma in silenzio senza dire loro nulla visto che soffre chiuso nel suo dolore.
Tra i personaggi che continuano a fargli visita si ritrovano suo fratello (interprete Alessandro Gassman), la cognata (interpretata dalla brava Valeria Golino), il collega di lavoro (Silvio Orlando) e persino la sconosciuta che Pietro ha salvato al mare (Isabella Ferrari) con il quale l'uomo avrà in seguito una notte di sesso sfrenato.
Alla fine del film la figlia fa comprendere al padre che non puo' continuare a starsene per sempre seduto di fronte la sua scuola e che è ora di riprendere la propria vita in mano uscendo dall'impasse in cui era caduto.

CONCLUSIONE:

Il film, diretto da Antonello Grimaldi, tratto dal romanzo di Sandro Veronesi (vincitore del Premio Strega) è stato insignito di svariati premi (tre David di Donatello; il Festival di Berlino e persino gli Italian Movie Awards).
A mio avviso è stato inoltre poco compreso nel panorama critico cinematografico italiano ed e' stato giudicato male e censurato sopratutto perche' era presente una scena di sesso tra Nanni Moretti e Isabella Ferrari che ha fatto tanto clamore oscurandone cosi' il vero contenuto di fondo.
Eccezionale il cast presente nel film; buone le musiche di Paolo Buonvino e le colonne di sottofondo; interpretazione valida di Moretti; la trama porta a riflettere sulla vita e su cio' che ci circonda.
Mi pare che un film cosi' alla fine valga veramente la pena di guardarlo fino alla fine.